L’acqua simbolo del territorio, un suggestivo borgo medievale, tradizioni gastronomiche da conservare e tutelare tanto da farne strumenti di sviluppo e promozione territorio: tutto questo è “Pratella, Paesaggio di Terra e di Acqua”, evento promosso dal Comune di Pratella e finanziato dalla Regione Campania nell’ambito del POC 2014-2020 (linea strategica 2.4 “Rigenerazione urbana, politiche per il turismo e cultura”) che si svolgerà dal 29 aprile all’1 maggio prossimi.

Al centro dell’iniziativa – che mette insieme cultura, musica, gastronomia ed ambiente – c’è l’acqua con l’obiettivo di sensibilizzare al consumo attento della risorsa ma anche di valorizzarla facendo leva sulla biodiversità del luogo. Tutto nell’ottica di promuovere il territorio, farlo conoscere, valorizzare le risorse endogene di Pratella e la sua location di pregio, il caratteristico borgo medievale, arricchito dalla presenza del fiume Lete, che scorre alle pendici del borgo, e dal fiume Volturno. Da segnalare la biodiversità del territorio e le numerose specie che vivono questi luoghi, arricchiti dalla presenza di una gran varietà di erbe spontanee. Il progetto, perciò, vuole sintetizzare le peculiarità di Pratella, riuscendo ad imporsi, anche attraverso le attività di promozione, quale “terra di terra e di acqua”. L’evento, con la direzione artistica di Dante Del Vecchio, vede la collaborazione di Anspi Sant’Anna Mastrati, Anspi Shalom Pratella, Cai Matese, Trekking Matese, Cisom Assistenza Medica.

«Con questo eventodichiara il Sindaco di Pratella, Romualdo Cacciolamettiamo insieme tutti i tasselli per un discorso finalmente integrato di promozione e valorizzazione territoriale. L’acqua è come un filo trasparente che tiene tutto insieme, che ci racconta il trascorrere delle epoche e che lambisce il nostro splendido borgo, l’acqua dà la vita alle nostre produzioni tipiche, l’acqua ha reso possibile la prosecuzione della nostra comunità e ancora oggi è risorsa imprescindibile per il nostro territorio. La celebriamo attraverso tanti linguaggi e mezzi espressivi: dalla musica allo sport fino alla cucina. Siamo molto contenti, perciò, della ricchezza del programma per un evento che ci auguriamo possa essere importante momento di rafforzamento della nostra identità di comunità e possa contribuire a far conoscere sempre più le nostre eccellenze».